image
ORGANIZZATORI

Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi, tramite il Sistema Bibliotecario Urbano e il MuSel – il Museo Archeologico e della Città,

in collaborazione con l’Associazione A.Bi.Ci.

DATA E ORA

Sabato 11 febbraio 2023

Ore 17

SEDE

Sala Bo di Palazzo Fascie, Sestri Levante

PRESENTAZIONE LIBRO

Argentina, 1960. Sono passati quindici anni dalla caduta del nazismo e Adolf Eichmann, ex tenente delle SS scampato al processo di Norimberga, si è rifatto una vita sotto falso nome. Niente in lui conserva i segni dell’ufficiale del Reich che ha contribuito a rendere possibile la soluzione finale. Adesso si chiama Ricardo Klement e vive in un sobborgo di Buenos Aires insieme alla moglie Vera e ai figli. Abita in una casupola senza acqua corrente né elettricità e lavora in una fabbrica della Mercedes. Ancora non sa, Eichmann, che i suoi giorni sono contati e incombe su di lui il momento in cui dovrà affrontare il passato. L’agente del Mossad Zvi Aharoni è sulle sue tracce, pronto a tutto pur di consegnarlo alla giustizia israeliana. Quella che ci viene raccontata in queste pagine dalla viva voce dei suoi due protagonisti, di cui Riccardo Gazzaniga ha magistralmente interpretato pensieri, paure e turbamenti, è una delle vicende di spionaggio più incredibili del Ventesimo secolo: una storia potente e appassionante, che scandaglia gli abissi insondabili dell’animo umano. In una narrazione che ha il ritmo della spy story e la profondità dei romanzi di realtà, Gazzaniga si spinge all’origine del Male, componendo i ritratti sconvolgenti di due esistenze che hanno segnato in modo indelebile il Novecento.

Riccardo Gazzaniga è Ispettore della Polizia di Stato e versatile scrittore di romanzi e racconti sia per ragazzi e sia adulti. Dal 2009 a oggi ha inanellato una lunga serie di premi letterari e ha pubblicato, tra le altre, per le case editrici Einaudi e Rizzoli. In forma di essere umano, uscito nel settembre 2022, è il primo romanzo edito dalla collana Nero Rizzoli.

Dialoga con l’autore la giornalista Francesca Caporello.

Per informazioni: 0185478530 ; iat@mediaterraneo.it.
La partecipazione è gratuita.